Contributo per l'acquisto di ricevitori - decodificatori e disposizioni  in favore della ricerca nel campo delle comunicazioni
1. Alle persone fisiche, ai pubblici esercizi ed agli alberghi che acquistano un apparato ricevitore- decodificatore per la ricezione e trasmissione di dati, di programmi digitali con accesso condizionato e di programmi radiotelevisivi digitali in chiaro conforme alle caratteristiche determinate dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ai sensi del decreto legge 30 gennaio 1999, n. 15, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 marzo 1999, n. 78, nonché alle persone fisiche e giuridiche che acquistano un apparato di utenza per la trasmissione e la ricezione a larga banda dei dati via Internet è riconosciuto per una sola volta un contributo statale fino a lire 150.000 fino a concorrenza di lire 36.5 miliardi per l'anno 2000, lire 31 miliardi per l'anno 2001, lire 113.1 miliardi per l'anno 2002 e lire 25 miliardi per l'anno 2003. Con decreto del ministro delle Comunicazioni, di concerto con il ministro del Tesoro, del bilancio e della programmazione economica e con il ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, previo parere delle competenti Commissioni parlamentari, sono definite le modalità di erogazione del contributo ai fini del rispetto dei limiti di stanziamento.


2. All'onere derivante dall'attuazione del comma 1 si provvede, per l'anno 2000, mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2000-2002, nell'ambito dell'unità previsionale di base di conto capitale "Fondo speciale" dello stato di previsione del ministero del Tesoro, del bilancio e della programmazione economica per
l'anno 2000, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al ministero delle Comunicazioni, e,per ciascuno degli anni 2001,2002 e 2003, mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2001-2003, nell'ambito dell'unità previsionale di base di conto capitale "Fondo speciale" dello stato di previsione del ministero del Tesoro, del bilancio e della programmazione economica per l'anno 2001, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al ministero delle Comunicazioni.


Per ulteriori informazioni contattateci

Tel. 049/8976991

E-Mail: [email protected]